domenica 8 febbraio 2015

Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas


"Le librerie erano piene di idee- le più pericolose e potenti armi mai esistite."


Eccomi finalmente a recensire il primo libro della serie "Throne of Glass" di Sarah J.Maas. Dopo le novelle, non ero molto entusiasta di leggere questo libro. L'ho iniziato con poca convinzione ma già dalle prime pagine avevo capito il salto di qualità del romanzo. 

Caelena è stata tradita e si trova a scontare la sua pena nel campo di lavoro di Endovier dove la morte, è assicurata dopo il primo mese. La sua forza d'animo, nonché fisica, è incredibile e dopo un anno in quell'inferno, una truppa di soldati la preleva dai suoi lavori. La ragazza pensa che sia giunta la sua ora quando un gruppo di guardie la scorta al cospetto del principe di Adarlan: Dorian Havilliard. Caelena non sarebbe mai stata disposta a stringere un patto con lui se non fosse che la sua proposta comprende la libertà. Il re ha indetto una gara per proclamare il suo braccio destro, il suo esecutore e lei è stata scelta per partecipare alla competizione. La vittoria comprenderebbe 4 anni di contratto ai servizi della corona, tutto qui. Poi, la libertà. Quel sentimento che Caelena non aveva mai potuto sperimentare, lì ad un palmo di mano. 

La trama riguarda principalmente lo svolgimento della competizione che diventa via via sempre più interessante per una serie di delitti inspiegabili tra le mura del castello di vetro e una serie di espedienti amorosi diciamo. Nel frattempo Caelena riprende conoscenza della comodità e della mondanità. Il libro mi è davvero piaciuto. Intrigante, avventuroso e con un pizzico di ammòre, proprio come piace a me. Caelena è una ragazza forte, che non si lascia intimidire da nessuno. E' un'assassina ma non ha il cuore di pietra. E' sincera e schietta, anche con il principe non mette a freno la lingua. Il triangolo amoroso che si crea mi fa venir voglia di scoprire cosa succederà nel prossimo libro (che mi sono già procurata ovviamente). 

Ho letto il libro in lingua originale e non ho trovato particolari difficoltà. Essendo ambientato in un mondo che ha un che di medievale, ogni tanto si trova qualche parola arcaica, ma leggendo con il kindle è comodissimo e rapidissimo trovare i significati delle parole interessate.

Una volta tanto, a livello di copertine, ho apprezzato anche la versione italiana, in linea con quelle delle novelle. 

Una curiosità: cercando proprio le immagini delle copertine ho notato l'incredibile somiglianza tra la scrittrice e la ragazza raffigurata in una delle versioni della copertina originale. Qualcosa mi dice che si sono ispirati a lei.... bah. Non ho trovato nessuna informazione al riguardo, voi ne sapete qualcosa?



A chi non è piaciuto questo libro? Fatemi sapere cosa ne pensate ;)
A presto!!


Altri post che possono interessarti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...