domenica 27 luglio 2014

La sedicesima Luna di Kami Garcia e Margaret Stohl

"L'oscurità non può scacciare l'oscurità;
solo la luce può farlo.
L'odio non può scacciare l'odio; 
solo l'amore può farlo"
Martin Luther King Jr


Notti piene di incubi ossessionano Ethan, che da diversi giorni continua a fare lo stesso sogno. Cerca di trattenere qualcuno, di salvare qualcuno, non capisce dove sia e tantomeno chi cerchi di salvare. Si sveglia a volte sporco di fango, a volte totalmente bagnato e sempre sentendo un inconfondibile profumo di limoni e rosmarino. Una canzone nella testa:

"Sedici anni,sedici lune
Sedici delle tue più profonde paure
Sedici volte le mie lacrime in sogno
cadendo, cadendo attraverso il tempo…
Sedici anni, sedici lune
Nelle tue orecchie scoppi di tuoni
Sedici miglia perchè lei si avvicini
Sedici cerca quel che sedici teme..
Sedici anni sedici lune
Sedici volte hai sognato le mie paure
Sedici proverà a Vincolare le sfere
Sedici grida e solo tu le puoi udire.."

Nella piccola città di Gatlin in cui vive non succede mai nulla. Tutti si conoscono, si parlano e sparlano. Quando a scuola arriva una nuova ragazza, la nipote dell'eremita della città, tutti i tasselli del puzzle vanno a posto. Ethan capisce subito che è lei la protagonista dei suoi incubi. 
La ragazza, Lena, non viene immediatamente accettata nella comunità chiusa e bigotta a causa della reputazione della sua famiglia. I compagni le rendono la vita difficile ma Ethan sembra non reagire come gli altri alla sua presenza, lui vuole conoscerla davvero. 
Nasce così un'amicizia unica, magica ma destinata a finire, il countdown è già iniziato.

Il libro è di genere dark fantasy (definizione fornita da wikipedia) in realtà non direi che è dark, per niente. Si parla di Luce e Tenebre, è vero, ma per me, che sono facilmente impressionabile, questo libro è stato piacevole e tranquillo. Il mondo costruito dalle autrici è interessante e nuovo nonostante si parli di maghi e magia (non ha niente in comune con Harry Potter se la cosa vi preoccupa). La superstizione, che solitamente viene smentita, in questo romanzo è anzi valorizzata. Amma, la governante di casa Wate, è come una nonna per Ethan ed è uno dei miei personaggi preferiti. Lei rappresenta la Superstizione, (ma solo nella prima parte del libro) ed è una figura di riferimento per il protagonista. Non si lascia influenzare dai giudizi degli altri cittadini portando sempre avanti con fierezza ciò in cui crede. Una delle cose che ho apprezzato di più nel romanzo è che quasi tutti i personaggi si presentano in un modo, cambiando totalmente rotta nel corso della trama. Non fanno quasi mai ciò che ti aspetti. 
La scrittura alternata delle due autrici non è evidente infatti la lettura procede liscia e chiara. Non vedo l'ora di leggere come finirà la storia tra Ethan e Lena, quali scelte dovranno compiere, cosa dovranno sacrificare.

Adesso vorrei vedere il film che ne è stato tratto per vedere come i vari personaggi siano stati trasposti. Non nutro grandi aspettative perché praticamente tutte mi avete già detto che il film è totalmente diverso dal libro (cosa che solitamente non apprezzo).


PS: Già non mi piace l'attore scelto per interpretare Ethan, iniziamo bene. 

Buone Vacanze e Buone Letture!

Baci, Patty

Altri post che possono interessarti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...